CORTE D’APPELLO DI CAMPOBASSO, SENTENZA DEL 05-12-2019 N. 412

La Corte d’Appello di Campobasso del 05-12-2019 n. 412 conferma la condanna di 1° grado di UNICREDIT SPA.

Si legge nella sentenza della Corte che “Mentre nella parte letterale del contratto si stabilisce un tasso di interesse rispettoso del sistema civilistico italiano della maturazione dei frutti civili, nel piano di ammortamento allegato viene applicato in maniera del tutto inaspettata, quanto illegittima, il c.d. ammortamento “alla francese”, ossia un metodo che comporta una formula di matematica attuariale giusta la quale l’interesse applicato è quello COMPOSTO e non già quello SEMPLICE (previsto dall’art. 821, comma terzo, c.c. ) … poiché il calcolo dell’interesse nel piano di ammortamento, deve essere trasparente ed eseguito secondo le regole dell’interesse SEMPLICE”.

La Corte conferma l’INDETERMINATEZZA CONTRATTUALE NEL REGIME SEMPLICE DEGLI INTERESSI stabilita dal Giudice di 1° grado.

La Corte conferma che la prescrizione nei contratti di mutuo inizia ad operare solo dopo il pagamento dell’ultima rata (il mutuo deve considerarsi un’unica obbligazione ad esecuzione frazionata nel tempo ed i versamenti periodici non costituiscono distinte obbligazioni a carattere periodico) e UNICREDIT non può invocare la S.U. n. 24418/2010.