AGCM: PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE, 11 MILIONI DI MULTE A UNICREDIT, INTESA SANPAOLO E BNL PER ANATOCISMO BANCARIO

Si legge nel COMUNICATO STAMPA dell’AGCM che “… (…) … ad esito dell’attività istruttoria è emerso che le banche hanno attuato una politica di forte spinta all’acquisizione delle autorizzazioni all’addebito in conto corrente nei confronti della clientela adottando varie strategie con le quali i clienti sono stati sollecitati a concedere l’autorizzazione, nel presupposto che l’addebito in conto corrente degli interessi debitori fosse il modus operandi ordinario e senza considerare le conseguenze di tale scelta in termini di conteggio degli interessi sugli interessi debitori … (…) …”.

CI CHIEDIAMO QUANDO L’AGCM SANZIONERÀ LE BANCHE PER L’ANATOCISMO GENETICO DEL SISTEMA FRANCESE: SOSTENERE DA PARTE DEI BANCARI LATU SENSU SIA CHE LA RATA COSTANTE POSTICIPATA È CALCOLATA NEL REGIME COMPOSTO IN VIRTÙ DELL’APPLICAZIONE DELLA FORMULA DEL PRINCIPIO DI EQUITÀ SIA CHE IL PIANO DI AMMORTAMENTO E’ UN SEPARATO CONTEGGIO NEL REGIME SEMPLICE NON PUÒ NON DETERMINARE DELLE SANZIONI DA PARTE DELLE AUTORITÀ DI VIGILANZA